Coopermondo – Confcooperative

Progetti curati

  • Percorso di incontro tra Coopermondo e la Commissione Dirigenti Cooperatrici, uno spazio di dialogo e formazione in cui le esperienze cooperative italiane e internazionali si incontrano per testimoniare il valore aggiunto del movimento cooperativo per il raggiungimento dell’uguaglianza di genere e dell’emancipazione di donne e ragazze.
  • Coopermondo si impegna a formare almeno 30 risorse umane di cui 20 giovani funzionari del FAIEJ, il Fondo del Ministero alla Base del Togo e 10 membri di APES, destinati a garantire e a promuover lo sviluppo del movimento cooperativo
  • Il progetto mira a favorire l’acquisizione di competenze da parte dei gruppi più vulnerabili (donne e giovani generazioni) ed a stimolare lo sviluppo della micro-imprenditoria in settori economici sostenibili e ad alto valore aggiunto (agricoltura, energie rinnovabili, eco-edilizia, artigianato, etc.), contribuendo allo sviluppo socio-economico dei paesi oggetto di interesse.
  • Colombia: AGRICOOP Mujer

    300 donne hanno deciso di mettersi insieme e costituire imprese sociali e solidali e cooperative di artigianato locale e prodotti agricoli e organizzazioni per la difesa dei diritti delle donne.
  • L'iniziativa intende realizzare un progetto pilota per la promozione e lo sviluppo dell'imprenditoria cooperativa all'interno del progetto dell'IFAD in Camerun - PADFA. Coopermondo e i partner di rete contribuiranno al rafforzamento delle capacità tecniche, organizzative e di advocacy per le cooperative agricole della filiera del riso.
  • Agricoop Colombia è un progetto pilota che mira al rafforzamento della produttività e delle attività di gruppi imprenditoriali solidali e cooperativi agricoli e di acquacoltura della regione del Cauca, territorio he soffre ancora le conseguenze di anni di conflitto armato.
  • Il progetto si propone di contribuire alla sicurezza e alla sovranità alimentare del Togo attraverso uno scambio di esperienze  e competenze tra il movimento cooperativo italiano e le organizzazioni rurali del Togo.
  • La realizzazione di un "Centro di formazione per l'acquacoltura" ha l'obiettivo di raggiungere la sicurezza alimentare garantendo una dieta più sana e proteica per tutti, specialmente per i bambini, e di assicurare una crescita economica sostenibile delle famiglie nelle comunità di Bo e di Kakua.
  • Il progetto mira a innescare un circolo virtuoso attraverso l'aumento della superficie adibita all'agricoltura e lo sviluppo di una cooperativa come centro per la coltivazione e la commercializzazione dei prodotti. Inoltre sono stati organizzati corsi di alfabetizzazione di base per le donne e gli anziani dei villaggi.
  • Promuovere e sostenere il modello cooperativo quale strumento economico-sociale di emancipazione dallo sfruttamento; formazione tecnica e training on the job secondo il modello cooperativo; diffusione della “cultura cooperativa” quale forma di crescita sociale e affermazione dell’individuo.