PONTI: Inclusione sociale ed economica, giovani e donne, innovazione e diaspore

Economia sociale
Giovani
Donne
Migranti
Progetto a cura di:
Partners di progetto : Ministero dell'Interno (donatore) - ARCS Arci Culture Solidali (capofila) - AIDOS - CIES ONLUS - CIM ONLUS - CIPSI - Associazione volontari Dokita - Eurosapienza - GMA Gruppo Missioni Africa ONLUS - Associazione MIcrofinanza e sviluppo - Non c’è Pace Senza Giustizia - Oxfam Italia - FAST – Federazione delle Associazioni Senegalesi del Triveneto Associazione Amici dell’Etiopia ONLUS AMMI – Associazione Multietnica dei Mediatori Interculturali - AST – Association des Sénégalais de Turin de retour au Sénégal La Palabre CoopCim – Coopérative Sociale Coopération Internationale et Migration - REST – Relief Societ of Tigray WISE – Organization for Women in Self Employment Oxfam Great Britain - Soddo Zuria - Woreda Women and Children Affair office
Anni: 2017
Budget: 2.650.000 €
Tipo di intervento: Assistenza tecnica, Formazione
Destinatari: 2.000

Azioni chiave del progetto

Il progetto PONTI è un progetto di sviluppo che Coopermondo, insieme alla stretta collaborazione di altri partner – organizzazioni delle diaspore, della società civile, istituzioni senegalesi ed etiopi, ONG direttamente operanti in loco, università ed enti di ricerca e formazione, soggetti specializzati in micro-finanza – porterà avanti in due paesi specifici, Senegal ed Etiopia, al fine di contrastare le cause profonde delle migrazioni.

In particolare, il progetto, che si trova attualmente in una fase di avviamento, mira a favorire l’acquisizione di competenze da parte dei gruppi più vulnerabili (donne e giovani generazioni) ed a stimolare lo sviluppo della micro-imprenditoria in settori economici sostenibili e ad alto valore aggiunto (agricoltura, energie rinnovabili, eco-edilizia, artigianato, etc.), contribuendo allo sviluppo socio-economico dei paesi oggetto di interesse.

In una prospettiva di co-sviluppo, il progetto mira a valorizzare il ruolo delle diaspore senegalesi ed etiopi in Italia quali promotrici dello sviluppo economico dei Paesi di origine, contribuendo a rafforzarne le competenze ed a canalizzare i loro investimenti in attività generatrici di reddito e di opportunità di impiego nei Paesi di origine.

Tra i risultati che il progetto mira ad ottenere:

  • Più di 2000 beneficiari formati, di cui la metà donne
  • Almeno 200 imprese individuali o cooperative affiancate attraverso assistenza tecnica, sostegno in kind, supporto al market e supporto alla commercializzazione
  • 60 realtà micro-imprenditoriali avviate
  • 10 progetti di investimento avviati dalle diaspore nei Paesi di origine

Per saperne di più visita il SITO del Progetto

Altri progetti dello stesso settore