Sostegno alle Associazioni Cooperative di Risparmio e Credito della Cisgiordania – Start Up Palestine

Credito
Donne
Progetto a cura di:
Partners di progetto : Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Associazioni Cooperative di Risparmio e Credito e Ucasc
Anni: 2011 - in corso
Budget: 123.000 €
Tipo di intervento: Assistenza tecnica, Formazione

Azioni chiave del progetto

La relazione con la Palestina e il Parc nasce nel 2011 grazie a Ctm-altromercato, partner della più grande ong palestinese da vari anni. Il mutuo interesse per la diffusione di sistemi finanziari solidali e la costituzione di banche diverse da quelle commerciali in Palestina fa nascere una collaborazione a favore delle undici cooperative di risparmio e credito (casc) che il Parc ha aiutato nella costituzione come strumento di emancipazione delle donne nella società palestinese. I primi anni del progetto sono quindi dedicati a conoscere la realtà delle casc e la loro federazione, Ucasc, e a fare supporto su alcune criticità riscontrate.

Nel settembre 2013,  il Ministero degli Affari Esteri italiano approva un programma, lo Start Up Palestine, un’iniziativa volta a promuovere l’occupazione e la generazione di reddito a favore delle fasce più povere della società Palestinese promuovendo e facilitando l’accesso a strumenti di credito progettati e costruiti a questo scopo e attività di assistenza tecnica. Supportando istituti finanziari non bancari che condividano gli stessi beneficiari del Programma e per i quali i costi di approvvigionamento di liquidità risultano spesso troppo onerosi, lo Start Up Palestine individua tra i beneficiari dell’assistenza tecnica anche le casc di Ucasc. Per questo motivo, nel 2014 Cassa Padana svolge una valutazione delle capacità operative e finanziarie delle associazioni cooperative di risparmio e credito di Betlemme, Hebron, Jenin, Gerico, Gerusalemme, Nablus, Qalqilya, Ramallah, Salfit, Tubas e Tulkarem, attraverso l’intermediazione di Fondazione Solidarete. L’analisi, che evidenzia punti di forza e di debolezza delle casc, ha dato origine, nel 2015, ad una formazione dedicata alle cooperative e ad ucasc sul sistema dei controlli interni, la mora e il suo impatto sulla liquidità e, quindi, sul portafoglio crediti, la differenza con le altre istituzioni di microfinanza. Nel 2016, in partnership con Banca Etica e Microfinaza srl, la banca si è concentrata su attività propedeutiche all’erogazione del fondo di capitalizzazione che lo Start Up Palestine ha previsto per le casc.

Altri progetti dello stesso settore