Una delegazione di 15 coordinatori accademici, direttori e vice-direttori del SENA, l’Istituto per la formazione professionale del Ministero del Lavoro Colombiano, partner strategico di Coopermondo in Colombia, visiterà dieci imprese aderenti a Confcooperative. La missione attualmente in corso in Italia (27 Novembre – 2 Dicembre) si inserisce all’interno del progetto #AGRICOOP che Coopermondo porta avanti in Colombia.

La missione di interscambio è iniziata a Roma, dove nella sede di Borgo Santo Spirito, a due passi da San Pietro, sono state presentate le funzioni e il ruolo della Confcooperative. A seguire una sosta presso l’ambasciata della Repubblica di Colombia in Italia, dove la delegazione è stata ricevuta dal saluto dell’Ambasciatore Juan Mesa Zulueta.

La delegazione si dirigerà poi a Tremosine dove li attende la visita agli stabilimenti della cooperativa Alpe del Garda, inserita nell’area naturalista della Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano: la cooperativa, che nasce all’inizio degli anni ’80 gestisce l’omonimo caseificio, associando più di 100 soci che conferiscono circa 60 milioni di quintali di latte.

Dal Lago la delegazione scenderà verso Brescia dove la cooperativa sociale Cauto mostrerà l’impatto sociale e ambientale della loro gestione e riciclaggio dei rifiuti. La cooperativa sociale ha come prima finalità l’inserimento lavorativo: oggi vi lavorano oltre 380 persone, di cui 112 con invalidità. L’attività principale è il riciclaggio: dalla carta alla plastica fino alla raccolta degli scarti alimentari, dove solo l’8% di quelli che sono considerati rifiuti viene destinato alla discarica, mentre tutto il resto viene utilizzato, o dato in beneficienza, redistribuito tra i lavoratori o dato in pasto agli animali. Una fotografia lampante della società degli sprechi che ci circonda.

Dopo Cauto toccherà al gruppo cooperativo FOPPA, che racchiude diversi istituti (un Liceo, un Accademia delle Belle Arit) di formazione artistica, del restauro, della moda e del design: un punto di riferimento sul territorio in ambito di formazione professionale che rispecchia alcune delle attività del SENA in Colombia.

 

Da Brescia il gruppo si sposterà in Romagna dove visiterà gli stabilimenti di Conserve Italia e Agrintesa, esempi di come il modello cooperativo di spicco nel mercato italiano e internazionale.

 

Le visite tecniche continueranno a CRPV, il Centro Ricerche Produzioni Vegetali, ente cooperativo che ha come obiettivo offrire risposte tecniche e scientifiche adequate alle richieste degli agricoltori associati per quanto riguarda il miglioramento delle tecniche produttive. Il CRPV unisce oltre centri di ricerca e offre ai propri soci innovazioni tecnologiche e di avanguardia oltre a un’assistenza tecnica efficiente.

 

A Ravenna la delegazione sarà guidata nella storia e tradizione della città grazie alle cooperative il Papavaro e Abaco per finire con una visita al Consorzio Cooperativo Il Solco, potrà comprendere da vicino il lavoro delle 16 cooperative sociali associate che si dedicano ai servizi socio-sanitari per gli anziani, persone con problemi di dipendenza o problemi psichiatrici e inserimento lavorativo per persone vulnerabili.

 

A Firenze i colombiani si uniranno alla cooperativa sociale L’Abbaino in un momento di grande importanza nella propria storia, ossia la celebrazione del proprio trentennale: cooperativa sociale dedicata ai servizi per l’infanzia, per gli anziani e i disabili sul territorio fiorentino.

 

Ultima tappa prevede la visita alla cooperativa “I Pescatori di Orbetello”, che unisce circa 100 pescatori soci che al momento si occupano di pesca lagunare, acquacoltura, trasformazione dei prodotti, vendita diretta degli stessi e ristorazione. E’ un processo integrato esempio di un’economia circolare rispettosa dell’ambiente e del territorio, anche perché nelle fasi post-pesca e post-acquacoltura lavorano le mogli e i figli dei pescatori creando un ecosistema occupazionale importante.

 

 

Per seguire gli aggiornamenti e il viaggio con Coopermondo: #AGRICOOP