Category: Educazione

CoLoRes: Comunità Locali Resilienti. Donne e giovani costruiscono economie sostenibili e solidali a sostegno del processo di pace in Colombia.

CoLoRes: Comunità Locali Resilienti. Donne e giovani costruiscono economie sostenibili e solidali a sostegno del processo di pace in Colombia.

Colombia

Lo scopo principale del progetto è quello di supportare le comunità della regione del Putumayo, particolarmente colpita dal conflitto armato interno e in condizioni socio-economiche complesse e fragili, affinché possano migliorare le proprie condizioni di vita e di lavoro, la propria resilienza ai cambiamenti climatici e agli effetti della pandemia in un contesto di sostegno al processo di pace e alla salvaguardia della biodiversità amazzonica.

Per farlo, si promuovono 7 filiere agro-forestali (asai, chontaduro, sacha inchi, caffè, cacao, canna da zucchero, ecoturismo/artigianato), legate alla biodiversità amazzonica, che favoriscono pratiche di adattamento al cambiamento climatico e allo stesso tempo generano un incremento degli utili e nuove occupazioni, in imprese di tipo associativo e inclusive, riconoscendo il ruolo centrale delle donne e dei giovani.

L’iniziativa si sviluppa su tre assi:

● RAFFORZAMENTO MODELLO COOPERATIVO: Aumento della capacità organizzativa e produttiva di iniziative legate a gruppi di giovani e donne, diventando più efficienti e inclusive nel rispetto della diversità di genere e culturale caratteristiche della zona.
● PROCESSI PRODUTTIVI SOSTENIBILI: Implementazione di processi di produzione locale più sostenibili e innovativi che rispecchiano e rispettano la biodiversità amazzonica, valorizzano i saperi locali tradizionali e sono capaci di creare modi sostenibili per lo sviluppo di prodotti della biodiversità amazzonica.
● ADATTAMENTO CAMBIAMENTO CLIMATICO: Maggiore incidenza e protagonismo delle comunità coinvolte nei percorsi territoriali di adattamento al cambiamento climatico

Il progetto è implementato in partenariato con COSPE ONLUS (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti), e ai partner strategici colombiani SENA (Servicio Nacional de Aprendizaje) principale ente pubblico di formazione professionale in Colombia; CONFECOOP (Confederazione delle Cooperative della Colombia); Alianza de Mujeres Tejedoras de Vida del Putumayo; CORPOAMAZONIA (Corporación para el Desarrollo Sostenible del Sur de la Amazonia).

Durata:  2022-2025

Luoghi:  Regione del Putumayo, Colombia

Beneficiari: Individui: 901 (63% donne) Organizzazioni: 27 iniziative produttive di stampo associativo, 8 gruppi di Guardiane dell’Acqua, 30 comunità (Indigene, Afro e Contadine) e tre associazioni di secondo livello

Budget:  € 2,052,532.50

Finanziatore:   AICS, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo 

Ruolo Coopermondo: Capofila

Partner:   COSPE, SENA, CONFECOOP COLOMBIA, CORPOAMAZONIA, ALIANZA DE MUJERES TEJEDORAS DE VIDA DEL PUTUMAYO

Coopermondo e.learning. Aplicación del modelo cooperativo

Coopermondo e.learning. Applicazione del modello cooperativo

Colombia

L’obiettivo generale del progetto è di promuovere la conoscenza del sistema cooperativo come leva di sviluppo sostenibile per le comunità e i territori dei vari dipartimenti della Colombia.

In virtù delle restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19, il progetto, che consiste in formazione specifica di vari livelli sulla gestione cooperativa, si svolge interamente in forma virtuale sulla piattaforma di formazione e.learning Coopermondo.

Il progetto si declina in tre “diplomados” composti da diverse ore di formazione online in modalità sincrona e asincrona, con una ampia quanto eterogenea squadra di docenti formata da personalità esperte in cooperativismo e tecniche di produzione, gestione e commercializzazione agricola provenienti dall’Italia e dal sistema Confcooperative e da Paesi dell’America Latina quali la stessa Colombia, il Perù e il Cile.

Il progetto è implementato in partenariato con le due realtà del mondo cooperativo italiano ICN – Italian Consulting Network e Leader Soc. Coop. Consortile Puglia grazie ad un accordo stipulato tra Coopermondo e il SENA, il Servicio Educativo Nazionale colombiano.

I vari pacchetti formativi, che durano diversi mesi, sono rivolti a formatori e istruttori del SENA che a loro volta si trovano ad accompagnare associazioni e cooperative di produttori nei diversi dipartimenti in cui è divisa la Colombia. In linea con l’intento di rafforzare il modello cooperativo nel Paese, l’obiettivo è quello di fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per affrontare le sfide che si presentano all’impresa cooperativa nel momento in cui lavora con le comunità per migliorare il loro stile di vita.

Il progetto è in continuità con una pluriennale esperienza di collaborazione tra Coopermondo e il SENA per la promozione del modello cooperativo in Colombia, per continuare ad affiancare i formatori colombiani e sostenerli nel grande impegno che stanno dedicando al Paese, alle comunità locali e agli imprenditori cooperativi.

Durata:  2021

Luoghi:  vari dipartimenti della Colombia in cui si trovano i professionisti del SENA

Beneficiari: 277 professionisti del SENA

Budget:  € 517.281

Finanziatore:   SENA – Servicio Nacional De Aprendizaje (Ministero del Lavoro Colombia)

Ruolo Coopermondo: Capofila

Partner:   ICN – Italian Consulting Network; Leader Soc. Coop. Consortile Puglia

Before you go: formazione professionale e civico linguistica come strumenti per una migrazione consapevole e regolare

Before you go: formazione professionale e civico linguistica come strumenti per una migrazione consapevole e regolare

Multipaese: (Albania, Costa D’Avorio, Mali, Marocco, Senegal, Tunisia)

Il progetto Before you go nasce per facilitare l’inclusione di persone che intendono intraprendere un percorso migratorio in Italia, preparandole nei loro Paesi di origine dal punto di vista culturale, linguistico, sociale e lavorativo.

Finanziato dal Ministero dell’Interno del Governo Italiano tramite il Fondo asilo migrazione e integrazione 2014-2020 (FAMI), il progetto è implementato da un ampio partenariato composto da diverse realtà italiane quali organizzazioni della società civile, ong, fondazioni, cooperative, enti di formazione, onlus, associazioni culturali.

Si rivolge alle persone originarie dell’Albania, del Marocco, della Tunisia, del Mali, della Costa d’Avorio e del Senegal intenzionate a venire in Italia per riunirsi alla famiglia, per lavorare o per imparare un mestiere, favorendone l’inserimento lavorativo in Italia nei settori professionali che richiedono personale qualificato, quali: giardinaggio/agricoltura, edilizia, mediazione culturale e lavoro di cura di casa e della persona.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Una più efficiente gestione dei flussi migratori tramite il supporto della migrazione legale per il ricongiungimento familiare, la formazione o il lavoro, rispondendo alle esigenze del mercato del lavoro italiano;
  • L’identificazione di un modello che lavora sulla migrazione a 360°, partendo dall’orientamento, l’informazione e la formazione nei Paesi terzi per arrivare a ingressi in Italia di persone preparate e consapevoli dal punto di vista culturale, civico, sociale, linguistico, professionale e a conoscenza di diritti/doveri dell’immigrato nonché del percorso burocratico;
  • Valutazione e ridefinizione di tale modello, i suoi approcci, metodologie e strumenti, in stretta collaborazione con l’Autorità delegata, per favorirne la sostenibilità, replicabilità e diffusione in altri Paesi e settori e la creazione di sinergie.

Inizio e fine intervento:  2021-2022

Luoghi:  Albania, Costa D’Avorio, Mali, Marocco, Senegal, Tunisia

Beneficiari:   1000 individui: cittadini di Paesi terzi che si trovano nei territori dei Paesi terzi selezionati e soddisfano le specifiche misure e/o condizioni antecedenti alla partenza previste dall’ordinamento italiano e in conformità al diritto dell’Unione Europea, secondo quanto disposto dall’art. 8 del Regolamento (UE) n. 516 del 16.04.2016

Budget:  € 1,676,716

Finanziatore:   FAMI – Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ministero dell’Interno)

Ruolo Coopermondo: Partner

Partner:   ARCS – Arci Culture Solidali (capofila) ; Arci APS ; ASeS – Agricoltori Solidarietà e Sviluppo ; Fondazione ENAIP Lombardia ; Fondazione IAMU – Iniziative e Studi sulla Multietnicità ; INFORMA Scarl ; Libera Cittadinanza Onlus ; OVALE Srl ; Solidarietà e Cooperazione – CIPSI (Coordinamento di Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale) ; TAMAT ong

SALsA – Sicurezza Alimentare: rafforzamento del settore agro-zootecnico nelle provincie di Gaza e Sofala

SALsA - Sicurezza Alimentare: rafforzamento del settore agro-zootecnico nelle provincie di Gaza e Sofala

Mozambico 

Il progetto SALsA mira a migliorare le condizioni di vita, combattere la fame e la malnutrizione e realizzare la sicurezza alimentare attraverso un intervento di sviluppo rurale integrato nelle province di Sofala e Gaza in Mozambico. 

Il progetto punta a migliorare le conoscenze tecniche per aumentare la produzione di latte sia in termini qualitativi che quantitativi. L’obiettivo è di trovare soluzioni sostenibili per aumentare la produzione di prodotti locali e migliorare la dieta dei beneficiari. Inoltre, lo scopo è anche di promuovere nelle scuole i principi di una sana e corretta alimentazione.

Il progetto si propone anche di creare una vera comunità di cui i beneficiari di ciascuna attività (allevatori, agricoltori, donne e professori) si possano sentire parte. Lo scopo è ridurre le disuguaglianze sociali e allo stesso tempo coinvolgere gli uomini in attività considerate femminili, come la gestione della casa e la preparazione dei pasti. La creazione di comunità coese consente la continuazione delle stesse attività.

La proposta progettuale coerente con il NIP – National Indicative Program for Mozambique (2014-2020), affronta il tema dello sviluppo rurale integrato al fine di migliorare la sicurezza alimentare dei beneficiari attraverso un percorso di crescita delle competenze agro-zootecniche e di educazione nutrizionale.

Nello specifico, Coopermondo contribuisce al progetto con attività di formazione tecnica settoriale implementata da esperti di cooperativismo.

Inizio e fine intervento:  2018-2021

Luoghi:  Provincie di Gaza e Sofala, Mozambico

Beneficiari:  7.400 persone

Budget:  € 2.244.000

Finanziatore:   AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

Ruolo Coopermondo: Partner

Partner:  CEFA – Comitato Europeo per la Formazione e l’Agricoltura (capofila) ; AMPCM – Associação Moçambicana de Promoção do Cooperativismo Moderno ; Granarolo ; Regione Emilia Romagna